Workshop: Insegnamenti da trarre dalla pandemia di COVID-19 (11/31 agosto 2021)
In Svizzera la pandemia di COVID-19 è stata descritta come la più grave crisi dalla seconda guerra mondiale. Il sistema sanitario, l'economia e quasi ogni aspetto della vita sociale sono stati messi alla prova da un virus. Visto il corso di epidemie come quelle di SARS (2003), H1N1 (2009), MERS (2012), Ebola (2014) o Zika (2016), molte nazioni europee hanno concluso che le malattie infettive sono un problema per i Paesi lontani, soprattutto grazie ai progressi nella medicina intensiva e nella salute pubblica. La negligenza è stata un errore, ma un eccesso di zelo dall'altra parte sarebbe altrettanto dannoso, perché potrebbe rendere cieco il nostro Paese di fronte ad altri problemi.


Il Consiglio svizzero della scienza (CSS) è l'organo consultivo indipendente della Confederazione per la scienza, la formazione , la ricerca e l'innovazione. Nel programma di lavoro 2020 - 2023 si è interrogato su quale politica scientifica dovrebbe adottare la Svizzera per essere pronta ad affrontare gli imprevisti. Per comprendere meglio l'entità del problema, durante un workshop suddiviso in tre parti il CSS ha raccolto le opinioni di esperti e parti interessate.
Il dibattito si è concentrato sui seguenti punti:

  • consenso nei confronti delle misure di prevenzione e di contenimento della crisi adottate dalle autorità;
  • governance, cultura di leadership, e – soprattutto nel contesto svizzero – federalismo;
  • comunicazione tra autorità, società civile e scienza.


Il workshop è stato diviso in tre fasi:

  1. insegnamenti da trarre dalla pandemia di COVID-19 (11 agosto 2021, mattina);
  2. insegnamenti a lungo termine (11 agosto 2021, pomeriggio);
  3. lezioni apprese dalle parti interessate (31 agosto 2021, mattina).

 

Impressioni e dichiarazione
11 agosto

Andreas Wenger: “We as scientists can update our models every day – for us, it’s all about learning. But if the government has to change its estimation, it has to pay a price.”
Daniel Kübler: “Nothing worse than people just believing scientists telling them that there is no alternative to a certain measure. Public decisions should be only made after debate”.
Eva Maria Belser: “Each day of the crisis is a new crisis. Trust must be earned every day again.”
Marc Höglinger: “Right now, we are in a very dynamic situation and we should not put people into boxes. People that have not been vaccinated so far may still change their mind.”
Marie-Valentine Florin: “As the Covid-19 pandemic continues, we might need a shift from crisis management to risk management.”
Nicolas Levrat: “We should make a difference between the corona pandemic and the corona crisis. Those are different issues and they require different solutions.”
Oliver Nachtwey: “This pandemic is not only biological, but also social. It’s now time for a more integrated approach in science where different disciplines are working together.”
Pascal Wagner-Egger: “More researchers should be active on Social Media, in order to not cede the field to conspiracy theorists.”
Sarah Geber: “As scientists, we should improve our understanding on how to communicate uncertainties regarding scientific knowledge. And the population should be trained on how to cope with those uncertainties.”
Thomas Stocker: “Liability is key, both for the Covid-19 pandemic and the climate crisis.”

 

31 agosto